Rai 1 Rai 2 Rai 3 Rete 4 Canale 5 Italia 1 LA7 TV8 Nove 20 Rai 4 Iris Rai 5 Rai Movie Rai Premium Cielo Paramount TV2000 LA7d La 5 Real Time Focus Giallo Top Crime Spike DMAX Rai Storia Motor Trend Rai Sport+ HD Rai Sport Alpha Sportitalia Donna TV Zelig TV Italia 2 VH1 Rai Scuola DAZN
Martedi, 21 Maggio 2024
23:32 - 00:10
Rai 4 Wonderland - Speciale Far East Film Festival 2024 - 21/05/2024

Wonderland - Speciale Far East Film Festival 2024 - 21/05/2024

È interamente dedicato alla 26ª edizione del Far East Film Festival di Udine l'appuntamento speciale con "Wonderland": il programma, legato alla manifestazione da una consolidata partnership, propone nella puntata i film, i protagonisti e tutti i vincitori. Tra gli intervistati il coreano Choi Dong-Uhn, regista del dittico fantascientifico "Alienoid" e "Alienoid: Return to Future", presentati in anteprima italiana proprio alla prestigiosa kermesse; Herman Yau, veterano del cinema di Hong Kong che quest'anno ha portato al Feff ben tre opere, si è soffermato sull'evoluzione negli anni del cinema hongkonghese; Felix Chong, regista del blockbuster con Tony Leung e Andy Lau "The Goldfinger", ha spiegato come raccontare in maniera chiara e spettacolare i crimini finanziari in un film. Anche l'horror ha trovato posto nelle proposte cinematografiche in concorso quest'anno con "Peg O' My Heart", quarto film da regista dell'attore Nick Cheung. Da Hong Kong si passa alla Corea del Sud in compagnia del regista Kim Seong-Hun, che ha portato al Festival l'action "Ransomed" spiegando a "Wonderland" la sua visione di eroe. Ha invece raccontato i trucchi nell'approccio ottimale a un fatto storico, il regista di "12.12: The Day" Kim Sung-Soo, thriller politico che racconta le conseguenze dell'assassinio del presidente-dittatore Park Chung-hee nel 1979. Sempre dalla Corea del Sud arriva il regista Yeon Je-Gwang, con il suo film d'esordio "The Guest", spiegando al magazine il suo particolare approccio al genere. Wonderland è rimasto negli inquietanti territori del thriller, ma stavolta con sfumature soprannaturali, per "Exhuma", del cui successo ha parlato il regista Jang Jae-Hyun. La manifestazione si è conclusa rendendo omaggio a uno degli autori che ha più contribuito alla popolarità del cinema orientale presso i festival e il pubblico occidentali: Zhang Yimou, autore di "Lanterne rosse", "Hero" e "La foresta dei pugnali volanti".